Imbolc

imbolc

IMBOLC/CANDELORA

31 Gennaio / 3 Febbraio

La luce che è nata al solstizio d’inverno comincia a manifestarsi all’inizio del mese di Febbraio. Le giornate molto lentamente cominciano ad allungarsi e nonostante il freddo ci accorgiamo del cambiamento. Se ci guardiamo intorno possiamo osservare come la Natura comincia con calma a risvegliarsi. Sugli alberi le prime gemme, gli animali cambiano atteggiamento dormendo un pò meno… tutto ricomincia il ciclo aspettando il tepore di Marzo. Anche noi inconsciamente pensiamo che da qui a poco il Sole sarà più presente ed i pensieri riproggettano idee per quando avremo più luce nell’arco della giornata.

In questo periodo in tempi antichi si celebrava la festività di Imblc, la nostra Candelora. La parola “Imbolc” sembra derivasse da “Imbfolc” cioè “grande pioggia” ma sono molteplici le derivazioni ed i significati, tutti comunque legati alla Luce ed al mutamento. Imbolc fa parte di una delle quattro feste celtiche dell’anno dette feste del Fuoco. Nell’antichità infatti l’accenzione di fuochi e falò facevano parte di rituali per il calore della famiglia a sfondo magico e ovviamente indispensabili per scaldarsi nell’inverno e per la convivialità nell’estate. Nell’Europa celtica era la festa dedicata alla dea Brigit patrona dei fabbri, poeti e guaritori. Successivamente cristianizzata Imbolc fu dedicata a santa Brigida, miracolosa levatrice e madre adottiva di Gesù.

In italia viene ad oggi ricordata come la festa della candelora, nome provienete da candela, proprio perché anche da noi venivano accese candele e fuochi.

Questo è il momento di mangiare più sano, più leggero dopo le fetività natalizie. E’ il momento per fare una bella pulizia della casa per poi caricarla di energia con un incenso adeguato. Psicologicamente è il momento di purificare la nostra mente dai cattivi pensieri e dai sentimenti inadeguati. Una pulizia mentale che ci consenta di far entrare in noi la luce della Natura rinnovata per partecipare al risveglio del cosmo dalla lunga notte invernale.

E, per chi non la conosca, volevamo insegnarvi una cantilena che viaggia nei secoli, utilizzata per prevedere gli eventi atmosferici del periodo:

CANDELORA…

DELL’ INVERNO SEMO FORA

MA SE PIOVE E TIRA VENTO

DELL’ INVERNO SEMO DENTRO

primavera botticelli
Tradizione

OESTARA Equinozio di primavera 21 Marzo

L’equinozio di Primavera, festa di Oestara, (“Luce della Terra”), veniva festeggiato il 21 di Marzo, momento in cui giorno e notte sono in perfetto equilibrio. E’ il momento in cui la Natura tutta reca un messaggio di rinnovamento e di risveglio, dopo le lunghe notti invernali. Rappresenta quindi, una sorta di capodanno. Ricordiamo anche che […]

Leggi tutto
Tradizione

Il mese dell’amore

Oggi parliamo di Febbraio il mese dell’amore, una data importante è il 14 dedicata a San Valentino. Non tutti conoscono la tradizione di questo mese e di questa festa… dobbiamo tornare indietro di parecchi anni e di tradizioni. Vi è mai capitato di perdere piccoli oggetti senza una spiegazione plausibile, o trovare cose spostate in […]

Leggi tutto
Tradizione

Yule

Il Solstizio, preso dal termine latino che significa “il sole rimane immobile”, è considerato il vero Capodanno, dal punto di vista astronomico oltre che spirituale. In quest’epoca assistiamo simultaneamente alla morte e alla rinascita del Dio – Sole, rappresentata dal giorno più corto e dalla notte più lunga dell’anno. Da questo momento in poi la […]

Leggi tutto

You may choose to prevent this website from aggregating and analyzing the actions you take here. Doing so will protect your privacy, but will also prevent the owner from learning from your actions and creating a better experience for you and other users.

This will close in 20 seconds