Un antiparassitario dal pollice verde

Le temperature miti e l’umidità in aumento fanno proliferare zanzare, acari, afidi, tignole, peronospera e cocciniglia tra le foglie delle nostre piante ed i nematodi che si annidano divorando le radici.

Gli insetticidi in commercio sono certamente potenti ma il nostro scopo è mantenere sempre un sano equilibrio che la chimica non tiene mai da conto.

Api, lucertole, nottole e tutta la catena alimentare relativa a giardini e terrazzi viene letteralmente massacrata dall’uso dei pesticidi, per non parlare del fatto che ogni volta che nebulizziamo una sostanza le particelle volatili di questa si attaccano alla nostra pelle e a tutto l’apparato respiratorio causando un ambiente favorevole alle malattie degenerative.

Come aiutare le nostre fedeli amiche verdi che donano all’anima, anche per chi vive in città, il piacere del contatto con la natura?

Uccidere non è necessario. Con la nostra ricetta di questa settimana allontanerete dalle vostre amate foglioline qualsiasi parassita (comprese le zanzare in questi giorni più arrabbiate che mai).

Gli ingredienti per un antiparassitario naturale

  • 10 spicchi d’aglio
  • 1 bicchiere di cenere
  • 1 litro d’acqua
  • 10 gocce di rescue remedy

Preparazione. Porre in un pentolino l’acqua, la cenere (meglio quella di legna ma anche quella di tabacco va bene) con l’aglio sbucciato e far bollire sino a dimezzare il liquido e a ridurre in poltiglia gli ingredienti.

Lasciar raffreddare il composto ed aggiungere il rescue remedy. Versare il tutto in una bottiglia dotata di spruzzatore e aspergere abbondantemente foglie e fusto delle piante.

Potrete usare il composto anche sul terreno per combattere i fastidiosi ospiti che possono nascondersi tra le radici.

Come di consueto passiamo ad osservare da vicino gli ingredienti.

Le proprietà dell’aglio

Grazie alle sue proprietà battericide e vermicide di cui abbiamo parlato la settimana scorsa, l’aglio è un alleato perfetto nella lotta ai parassiti, sia delle piante che degli ortaggi; in particolare l’allicina, la sostanza antibiotica contenuta nell’aglio, disturba e, quindi, allontana insetti e parassiti e risulta efficace soprattutto se usato sotto forma di infuso (come nel nostro caso) o di macerato.

I composti solforati contenuti nell’aglio sono responsabili della formazione del tipico odore, in particolare l’allicina antibiotico dal forte potere inibente su numerosi tipi di batteri

L’aglio sprigiona il suo odore caratteristico quando viene «danneggiato», durante la masticazione, il taglio, o la spremitura.

Oltre all’allicina, l’aglio contiene altre sostanze antibatteriche come la garlicina; è ricco di sostanze minerali ed oligominerali, quali magnesio, calcio, fosforo, iodio e ferro; con zinco, manganese, selenio, vitamina provitamina A, vitamine B1-B2-PP; contiene sostanze ormono-simili ed enzimi (lisozima e perossidasi) tutti nutrienti indispensabili per il mondo verde.

L’utilità della cenere

Non buttiamo la cenere, in natura nulla è inutile. Dalla combustione di varie materie derivano ceneri con caratteristiche diverse ma mediamente quello che ci interessa nel nostro mix è che tutte le ceneri da prodotti naturali posseggono le stesse caratteristiche chimiche: composti ionici dei metalli, in particolare carbonati e ossidi, Potassio, Magnesio.

Tutti questi elementi sono preziosi per le piante perché oltre ad essere nutrienti essenziali sono anche e soprattutto potenziatori del sistema di autodifesa del mondo vegetale che nel cambio di stagione o in un ambiente complesso come quello cittadino, viene sottoposto a stress e timore del cambiamento che ne mina l’apparato immunitario.

Il Rescue Remedy

Proprio per dare un ulteriore supporto in questo caso abbiamo aggiunto IL rimedio per eccellenza nei casi di sofferenza di qualsiasi genere elaborato dal dottor Bach per tutto ciò che è vivo: il Rescue Remedy.

Bach creò una miscela di cinque fiori, di emergenza adatta a periodi circoscritti per picchi di stress, paura o lutto.

Sono 5 i fiori della formula del dottor Bach ognuno dei quali lavora su stati alterati legati alla paura, all’ansia, alla preoccupazione o all’eccessivo attaccamento:

  • Rock Rose: per l’angoscia;
  • Clematis: per mantenere nel qui e ora;
  • Impatiens: per aumentare la calma ed eliminare la fretta nel passaggio;
  • Cherry Plum: che aiuta a mantenere il controllo nello stress;
  • Star of Bethlehem: che consola e culla l’anima, aiutando a superare i traumi.

Insomma una ricetta per consolare le nostre piante sotto attacco e per prendercene cura anche in vista del lungo e duro periodo invernale.

Tutto è uno e curando diamo una mano a noi stessi stavolta nebulizzando forza e non veleno.

Ricette

Un rimedio contro i piccoli traumi

L’autunno! Tiepido e attraente come la primavera se non di più, dona sollievo dall’arsura passata, riporta il gusto delle belle passeggiate nei boschi pieni di colori, i bimbi a scuola a giocare con gli amici ed i grandi in palestra e sui campi sportivi. Ma tutte le medaglie hanno un rovescio e spesso con la […]

Leggi tutto
Ricette

Un dentifricio «sensibile» che dà sollievo ai denti

Diceva William Shakespeare «Non c’è mai stato un filosofo che potesse sopportare pazientemente il mal di denti». E per prevenirlo a volte basta un buon dentifricio naturale. In un precedente articolo vi abbiamo dato la ricetta del Piperito per avere denti belli e remineralizzati ma non sempre un bel sorriso è sufficiente per continuare a sorridere… […]

Leggi tutto
Ricette

Non tutti i funghi sono buoni

La settimana scorsa abbiamo parlato della bellezza del micelio e dei funghi come potenti alleati della nostra salute ma, mutuando un vecchio modo di dire, non possiamo fare di tutti i funghi un cestino. Con il caldo e l’umidità della stagione che sta passando è facile portarsi a casa «funghi» da spiagge, piscine mezzi pubblici […]

Leggi tutto